HOBBYMAX
WEBSITE
vumeter
vumeter
PWA20 IO

HOMEELETTRONICAVARIELINKSCRIVIMIGALLERY

"QUASI Nmos200"
COMPLEMENTARY MOSFET
POWER AMP
OMINO
QUASI
QUASI

QUASI AMPLI NMOS200      amplificatore finale a mosfet

Amplificatore a mosfet che nella mia versione con un'alimentazione duale di +/- 50 volt, puo' arrivare anche a 200 watt su 
un carico di 4 ohm e circa 100 watt su 8 ohm.

Progetto tratto dal sito www.diyaudio.com/forums/showthread.php?s0&threadid=43331  e dal sito del suo ideatore  ( documentazione completa di pcb schemi e altro )  Quasi link
Esiste la possibilita' di realizzare alcune varianti  con piu' mosfet in parallelo 5 coppie portano la potenza a 500 watt per canale.
Nel link sopra trovate tutto quello che serve alle realizzazioni di tutte le versioni.
La mia la versione piu' piccola NMOS200 eseguita con una coppia di mosfet  IRFP260 (o simili, io ho usato IRFP450 ) componenti facili da trovare.

quasi

quasimodulo
UN CANALE ASSEMBLATO
quasitest
PRIMI TEST CON SONDA DI CARICO
quasiosillo
TEST OSCILLOSCOPIO
quasirca
quasimodul
quasitest2

Procedura regolazione offset e corrente di riposo

Il setup va eseguito senza conettere nessun carico in uscita, cortocircuitare l'ingresso del segnale a massa ( io uso due prese rca con saldata una resistenza da 100 ohm tra il polo centrale e la massa da usare quando si voglia fare qualsiasi taratura ed evitare che l'ampli capti del rumore falsando la taratura delle correnti di riposo.

Nota: il sistema di usare una resistenza in serie alle alimentazioni sotto descritto serve a limitare la corrente in caso di errori nel circuito.

1) Rimuovere i fusibili e sostituirli con una resistenza da 100 ohm 5 watt ( vi consiglio di saldarla su un fusibile bruciato ).

2) Conettere in modo sicuro l'alimentazione e dare tensione.

3) Con un tester in continua controllare la tensione nei conettori di uscita e ruotare il trimmer VR1 sino a leggere una tensione che dovra' essere minore di 10 mV ( regolazione offset ).

4) Misurare la tensione ai capi di una delle due resistenze da 100 ohm messe al posto dei fusibili e regolare VR2 fino a leggere 3 volt ( V=RxI quindi I=V/R  in pratica 3/100=0,03 A che sono 30 mA ) che corrisponde quindi a una corrente di riposo ( bias current ) di 30 mA.

5) Togliere alimentazione aspettare che si scarichino i condensatori di alimentazione e sostituire le due resistenze con altre da 10 ohm 1 watt sempre al posto dei fusibili, quindi ripetere come sopra e questa volta dobbiamo leggere 0,3 volt quindi regolare VR2 per una regolazione fine del Bias.

6) Togliere alimentazione scaricare i condensatori e installare i fusibili nei due rami di alimentazione, l'ampli e' pronto a suonare.


Ad un certo punto della costruzione del mobile mi e' venuta l'idea di recuperare un kit di VUmeter logaritmico a led semicircolari di Nuova Elettronica LX.1353 che erano inutilizzati, quindi ho deciso di fresare sul pieno dell'alluminio del frontale posteriore una forma che richiamasse i vecchi VUmeter a lancetta il risultato e' quello che vedete in foto, ho inoltre sostituito i led del kit con altri ad alta luminosita' blu, il risultato anche se puramente estetico e' veramente gradevole.
Quindi sono passato alla fine delle varie forature, ad assemblare il mobile in seguito alla verniciatura con fondo agrappante dopo un passaggio con paglietta metallica tanto per dare un minimo di ruvudita' all'alluminio altrimenti si rischia che non aderisca perfettamente, poi finitura con vernice ferromicaceo nero ( e' la stessa pittura che trovate ai vari Brico center  mi sembra venga chiamato antichizzante ).
In seguito si passa all'assemblaggio meccanico ed elettrico dei vari moduli interni, moduli ampli. alimentatore, protezinone, VUmeter ed acessori.
vumeter
boxquasi quasicnc
Lavorazione del box in alluminio spessore 10 mm super dissipante !!!!!
Tecnica di assemblaggio che ho utilizzato in altre mie realizzazioni, oramai collaudata. Foratura a cnc e avventura dei VUmeter fresati su alluminio per inserimento led ma con la forma che richiama un classico strumento ad ago.
Foratura con la mia cnc dei panelli anteriore e posteriore
Vedi il filmato della fresaturavideo
box boxul
rca quasi
quasi Verifica layout meccanico dei vari componenti prima della verniciatura, onde evitare di eseguire adattamenti o forature dopo la finitura del mobile
quasi quasifinito
quasi PER I DETTAGLI DEL
CIRCUITO DI PROTEZIONE VEDI QUI




Per quanto riguarda l'alimentatore sia della parte audio che quella dei Vumeter e protezione ho utilizzato un circuito millefori, in particolare per i due moduli amplificatori 2 condensatori per ogni ramo da 10.000 uF 63 volt preceduti dal solito ponte radrizzatore e trasformatore 35-0-35 300VA  , mentre per i 12 volt
( VUmeter ) e 24 volt ( della protezione ) una classica alimentazione con integrati 7812 e 7824 ( visibile a lato )
vumeter quasidc

ULTIMATO !!!!!!!
quasiultimato
ECCOLO ASSIEME AL MIO PREAMPLIFICATORE A VALVOLE CON LA STESSA LINEA ESTETICA
quasipre
quasi+pre6922




HOME